È domenica. Il giorno che rimanda a un “ Altro”. Il giorno che ti richiama il tempo senza tempo. Che ti ricorda che sei mistero a te stesso. Che vali più di quanto tu stesso possa credere. Fermati. Riposati. Rallenta il normale scorrere del tempo. Fanne dono alle persone care. Ascoltale. Guardale. Prendile per mano. Accarezzale. Hanno bisogno di te. E tu di loro. È domenica. Il giorno della vittoria dell’ Amore sull’odio, sulla indifferenza, sulla diffidenza. Il giorno in cui la vita vince la morte. Rinnova la tua fede. Sappi che Dio non ti ha mai lasciato solo. Lui è il cuore che ti batte in petto. Il sangue che ti pulsa nelle vene. Il respiro di cui non puoi fare a meno. Abbassa, se puoi, il tuo capo e prega. Imbocca, se vuoi, la strada di una chiesa. Anche per te Gesù Cristo è morto. Anche per te oggi diventa Pane da mangiare. Eucarestia. Rendimento di Grazie. Senza poter dire “ grazie” vivere è un tormento. Buona domenica. Chiunque tu sia. Buona domenica.

Padre Maurizio Patriciello.