La camorra è una fabbrica di morte. I camorristi non amano nessuno. Sanno solo odiare. Odiano tutti. Anche i loro stessi figli. Figli che, prima o poi, dovranno marcire in carcere o finire al camposanto. Nessuno si illuda. Quando viene ucciso il figlio di un camorrista, la condanna a morte fu firmata dal padre e dalla madre. Chiunque fu a premere il grilletto.

Padre Maurizio Patriciello