Dopo otto anni siamo allo stesso punto, se non peggio, morir di puzza.

Ci state uccidendo,
lentamente,
miseramente,
stupidamente.

Stiamo morendo
noi, i vostri vecchi amici,
i vostri parenti,
la vostra stessa gente.

Morir di puzza,
che morte ignominiosa,
che morte miserabile,
che vergognosa morte.

Muoiono i nostri vecchi,
muoiono i bambini,
muoiono le donne belle,
muoiono i vicini.

Puzziamo tutti ormai,
puzzano le nostre case,
puzzano le nostre strade,
puzzano le nostre chiese.

Non fate piu’ gli ironici,
non dite piu’ menzogne,
ridiamo la speranza a chi la va perdendo.

Mangiar dobbiamo tutti ma è pane maledetto,
pane che non sazia,
pane avvelenato,
pane velenoso,
il pane che si impasta col sangue dei fratelli.

Padre Maurizio Patriciello