Confinati in una clausura non cercata ma imposta, siamo costretti a fare i conti con noi stessi, le nostre paure, la nostra coscienza. Questo tempo che ha spaccato in due le nostre esistenze, può essere estenuante, intriso di ansia e ribellione, oppure può trasformarsi in una benedizione.

Padre Maurizio Patriciello