“Lei, prete, non deve occuparsi di pedofilia e abusi, pensi a pregare. Che Chiesa ipocrita che rappresenta”.

Questo “nobilissimo” e “intelligentissimo” messaggio ha ricevuto don Fortunato Di Noto. Evidentemente, a chi lo ha scritto l’estenuante lavoro di don Di Noto contro la pedofilia e la pedopornografia dà fastidio. Chissà perché. Rimaniamo accanto a don Fortunato. Con la preghiera, l’amicizia, l’impegno. Confermiamogli la nostra stima, il nostro affetto, il nostro ringraziamento. A nome di tutti i bambini del mondo di cui adulti senza scrupoli e senza cuore fanno scempio.

Padre Maurizio Patriciello.